Canti popolari del Piemonte
Canti popolari del Piemonte

Canti popolari del Piemonte

Dopo Al rombo del cannon. Grande Guerra e canto popolare, edito da Neri Pozza nel 2018 con un ottimo risultato di critica e di attenzione, Franco Castelli, Emilio Jona e Alberto Lovatto proseguono la loro ventennale collaborazione nel campo dell’etnomusicologia con la cura di un libro fondamentale nella storia della cultura popolare del nostro paese: Canti popolari del Piemonte di Costantino Nigra. Costantino Nigra (1828-1907) oltre ad essere stato una figura fondamentale del Risorgimento, quale diplomatico, principale collaboratore di Cavour in anni cruciali per la nascita della nazione e poi ambasciatore a Parigi, Londra, Pietroburgo e Vienna, è stato il nostro maggiore studioso di canto popolare, con un’opera edita per la prima volta nel 1888 e più volte ristampata, che costituisce la più ampia ed esaustiva raccolta sulla ballata popolare. Si tratta di un testo assolutamente innovativo all’epoca, per il suo rigore filologico, l’approccio etnologico e dialettologico, e lo sguardo comparativistico con il fo klore europeo, tanto da farne un punto obbligato per gli studi demologici. Esso però aveva il limite, tipico del tempo, della mancanza di un sufficiente apparato musicale; infatti solo sedici scarne linee melodiche accompagnavano le 153 canzoni presenti nel testo. Questa nuova edizione si distingue dalle precedenti per l’ampio saggio introduttivo dei tre curatori, che ripercorre in tutti i suoi versanti folklorici, linguistici, antropologici, storici, l’opera nigriana, evidenziandone gli esiti e gli echi che ebbe in Italia ed all’estero.

Dettagli libro

Sull'autore

Costantino Nigra

Costantino Nigra (Villa Castelnuovo, oggi Castelnuovo Nigra (TO), 11 giugno 1828 – Rapallo (GE), 1 luglio 1907) è stato filologo, poeta, diplomatico e politico italiano

Ti potrebbe interessare